PROJECT DESCRIPTION

CARATTERISTICHE GENERALI
Le Mannoproteine sono un prodotto altamente purificato estratto dalle pareti cellulari di un lievito selezionato ( Saccharomyces cerevisiae ). Le Mannoproteine sono autorizzate dal Codex enologico internazionale in quanto naturalmente presenti nei vini che subiscono una permanenza sulle fecce fini. Grazie all’impiego di Mannoproteine nei vini si riescono a stabilizzare meglio i composti aromatici inizialmente presenti; migliorare la stabilità del colore grazie alla combinazione con i composti polifenolici; limitare l’effetto boisé del legno tostato e aumentare la morbidezza del vino; attenuare l’amaro e l’astringenza; inibire notevolmente le precipitazioni proteiche e tartariche.

COMPOSIZIONE
Mannoproteine 100%.

IMPIEGO E MODALITA’ D’USO
Le Mannoproteine sono un prodotto molto tecnologico da utilizzare su consiglio dell’enologo che verifica la preparazione del vino e parametri quali: torbidità, indice di filtrazione, scelta dei mezzi filtranti e delle condizioni di filtrazione. Il suo utilizzo nei vini è previsto come ultimo trattamento prima dell’imbottigliamento. Sciogliere la dose di Mannoproteine in acqua o vino in rapporto di 1:10, alla temperatura di 20°-30° C, per quindici minuti e aggiungerlo alla massa da trattare operando una buona omogeneizzazione. Per i vini filtrati: il prodotto deve essere aggiunto dopo la prefiltrazione e appena prima dell’ultima filtrazione. Le Mannoproteine non aumenterà l’indice di filtrazione dei vini ben preparati; si sconsiglia una filtrazione spinta dopo il trattamento. Per i vini non filtrati Mannoproteine devono essere aggiunte 24 ore prima dell’imbottigliamento
10 – 40 g/hl su vino pronto all’imbottigliamento. N.B.: la dose di 40 g/hl è il limite legale. prima dell’imbottigliamento.

CONFEZIONI E CONSERVAZIONE
Confezioni da 0,250 e 1 kg
Conservare in un luogo fresco, asciutto.